Facebook Twitter instagram Youtube info@cbpiacenza.it
cbpiacenza@pec.it
tel 0523-464811
       Strada Valnure, 3  -  29122 Piacenza
C.F. 91096830335

box-home

GRACE - GRowing Advanced industrial Crops on marginal lands for biorEfineries

Logo GRACE sRGB

 

 

Grace - intervista del 18 ottobre 2018 - primi risultati di progetto

Collaudo diga Mignano

Collaudo della diga di Mignano

Raggiunta la quota massima autorizzata: al via la tracimazione controllata

 DJI 0404 web

Piacenza, 28 maggio 2018

Oggi con l’inizio della tracimazione delle acque dell’invaso di Mignano (comune di Vernasca, Piacenza), la procedura di collaudo della diga, gestita dal Consorzio di Bonifica di Piacenza, è entrata nella fase cruciale. Le acque infatti, dopo aver gradualmente riempito l’invaso nei giorni scorsi, sono arrivate a una quota tale da aver generato, come voluto dalla procedura, l’inizio dello sfioro controllato.

Raggiunta finalmente la quota di 337,80 metri sul livello del mare (con un volume di poco più di 11 milioni e mezzo di metri cubi) l’acqua verrà mantenuta a tale altezza per un periodo di stazionamento; in seguito il livello verrà abbassato gradualmente di 2 metri per poter tornare a 335,80 metri sul livello del mare (10 milioni circa di metri cubi), pari all’attuale quota autorizzata.

“Questo è un giorno importante per la provincia di Piacenza e per tutta la val d’Arda” -ha affermato Fausto Zermani Presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza- “Finalmente restituiamo l’invaso, alla sua massima efficienza, a un territorio che ha cambiato il suo volto, la sua storia e la propria realtà, dopo la realizzazione della diga. Con grande orgoglio possiamo affermare che è stata gestita bene per quasi un secolo. Oggi siamo nelle condizioni di mantenere un’opera strategica, nonostante la storicità dell’invaso, con un’efficienza che è moderna”.

“Il procedimento” – prosegue il Presidente a proposito della fase di collaudo –“è il risultato dello sforzo di tanti soggetti che sono riusciti a mettere a frutto il lavoro di più di un decennio di opere di ristrutturazione”.

Le nuove potenzialità raggiunte della diga, una volta ottenuto l’esito positivo del collaudo, segneranno un’importante tappa nella vita della val d’Arda. Da una parte maggior forza alla funzione irrigua, e dunque sviluppo dell’economia, e dall’altra consolidamento di una funzionalità di contenimento delle piene a difesa dell’intero territorio.

Il collaudo dell’opera, condotto ai sensi dell’articolo 14 del DPR 1363/59, si è reso indispensabile, per testare il comportamento della diga, al termine di una lunga e significativa fase di lavori di ristrutturazione. E’ fondamentale poterlo gestire in condizioni ordinarie e non durante eventi di piena.

La procedura di collaudo della diga di Mignano è diventata realtà grazie al significativo raggiungimento di un accordo fra le parti: la Direzione generale per le dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Ufficio Tecnico per le dighe di Milano del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile della Regione Emilia Romagna, il Servizio Area Affluenti Po della nostra Regione, l’Agenzia Interregionale per il fiume Po, la Commissione di Collaudo e la Prefettura di Piacenza.

Nelle prossime ore sono attesi diversi soggetti ministeriali e regionali: dalla Commissione Collaudo, da Roma, ai funzionari degli enti preposti.

La diga di Mignano, nel comune di Vernasca, è stata inaugurata il 24 maggio del 1934.

In seguito, negli anni ‘69-’70, il suo utilizzo ha subìto delle limitazioni da parte dell’allora

Genio Civile per l’inadeguatezza della capacità di deflusso del torrente Arda nel tratto vallivo su cui gli Enti preposti stanno intervenendo per risolvere le principali criticità. Negli anni Ottanta del secolo scorso sono subentrati ulteriori limiti di invaso dovuti alla necessità

di adeguare la diga alla normativa vigente. Si sono resi dunque necessari significativi lavori di ristrutturazione, iniziati negli anni Novanta e terminati pochi anni fa (finanziati dal Ministero dell’Agricoltura), al termine dei quali è partita, da parte del Consorzio, la richiesta di autorizzazione al collaudo.

 

 

 


Joomla Gallery makes it better. Balbooa.com

Scadenza prorogata al 31-08 per Avvisi di pagamento Bonifica 2019

Gentile Consorziato,

desideriamo informarLa che sono stati formulati gli AVVISI DI PAGAMENTO 2019 per i contributi di BONIFICA. 

Il recapito fisico degli AVVISI, tramite posta ordinaria, sarà effettuato nel mese dei GIUGNO e LUGLIO 2019.

L’indicazione dell’importo a debito sarà disponibile, anche prima del recapito fisico dell’AVVISO, mediante registrazione individuale, nella sezione “cittadini” del portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it .

Il versamento dell’importo dovuto sarà ammesso non oltre il 31/08/2019 secondo le modalità descritte nel documento.

Si attesta quindi che il pagamento, anche se effettuato oltre la scadenza originaria riportata nell’AVVISO (31/07/2019), non comporta alcun onere aggiuntivo.

E’ possibile richiedere una copia dell’AVVISO DI PAGAMENTO - BONIFICA 2019 (oltre che nelle ordinarie modalità: Posta, fax, sportello) indicando cognome nome e data nascita all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

SCHEMA IRRIGUO ARDA NEL CONTESTO DEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO: MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA DI ADDUZIONE E DISTRIBUZIONE PER IL RISPARMIO IDRICO E PER L’EFFICIENTAMENTO DELL’USO DELLA RISORSA A FINI AGRICOLI

SCHEMA IRRIGUO ARDA NEL CONTESTO DEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO: MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA DI ADDUZIONE E DISTRIBUZIONE PER IL RISPARMIO IDRICO E PER L’EFFICIENTAMENTO DELL’USO DELLA RISORSA A FINI AGRICOLI
CUP: G11E17000070005

AVVISO AVVIO DEL PROCEDIMENTO
(art.11, comma 2, D.P.R. n.327/01 e s.m.i., art.7 - 8 Legge n.241/90)

Piano particellare di esproprio 

Allegati:
Scarica questo file (Avviso_avvio_procedimento.pdf)Avviso_avvio_procedimento.pdf Avviso avvio del procedimento  
Scarica questo file (wbs1_1_n1_plan_occup_1_5.pdf)wbs1_1_n1_plan_occup_1_5.pdf n1 planimetria 1 di 5  
Scarica questo file (wbs1_1_n1_plan_occup_2_5.pdf)wbs1_1_n1_plan_occup_2_5.pdf n1 planimetria 2 di 5  
Scarica questo file (wbs1_1_n1_plan_occup_3_5.pdf)wbs1_1_n1_plan_occup_3_5.pdf n1 planimetria 3 di 5  
Scarica questo file (wbs1_1_n1_plan_occup_4_5.pdf)wbs1_1_n1_plan_occup_4_5.pdf n1 planimetria 4 di 5  
Scarica questo file (wbs1_1_n1_plan_occup_5_5.pdf)wbs1_1_n1_plan_occup_5_5.pdf n1 planimetria 5 di 5  
Scarica questo file (wbs1_2_n2_plan_occup_1_5.pdf)wbs1_2_n2_plan_occup_1_5.pdf n2 planimetria 1 di 5  
Scarica questo file (wbs1_2_n2_plan_occup_2_5.pdf)wbs1_2_n2_plan_occup_2_5.pdf n2 planimetria 2 di 5  
Scarica questo file (wbs1_2_n2_plan_occup_3_5.pdf)wbs1_2_n2_plan_occup_3_5.pdf n2 planimetria 3 di 5  
Scarica questo file (wbs1_2_n2_plan_occup_4_5.pdf)wbs1_2_n2_plan_occup_4_5.pdf n2 planimetria 4 di 5  
Scarica questo file (wbs1_2_n2_plan_occup_5_5.pdf)wbs1_2_n2_plan_occup_5_5.pdf n2 planimetria 5 di 5  
Scarica questo file (wbs2_1_n3_plan_occup_1_4.pdf)wbs2_1_n3_plan_occup_1_4.pdf n3 planimetria 1 di 4  
Scarica questo file (wbs2_2_n3_plan_occup_2_4.pdf)wbs2_2_n3_plan_occup_2_4.pdf n3 planimetria 2 di 4  
Scarica questo file (wbs2_3_n3_plan_occup_3_4.pdf)wbs2_3_n3_plan_occup_3_4.pdf n3 planimetria 3 di 4  
Scarica questo file (wbs2_4_n3_plan_occup_4_4.pdf)wbs2_4_n3_plan_occup_4_4.pdf n3 planimetria 4 di 4  
Scarica questo file (wbs_1e2_elenco_occup_temp_n4.pdf)wbs_1e2_elenco_occup_temp_n4.pdf elenco occupazione temporanea  
Scarica questo file (wbs_1e2_elenco_serv-acq_n5.pdf)wbs_1e2_elenco_serv-acq_n5.pdf elenco servitù acquedotto  
Scarica questo file (wbs_1e2_piano_particell_corografia_n0.pdf)wbs_1e2_piano_particell_corografia_n0.pdf corografia  

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggere l'informativa estesa.